COPERTINE PERIODICI

Oggi vorrei proporre una serie di immagini di copertine di quotidiani e periodici, facendo un ecursus dai primi prodotti attuali ai più recenti.

ilmondoillustrato.jpg
 Questa è la copertina de “Il mondo illustrato” periodico del 1830
 
domenica.jpg
“La domenica del Corriere”, 1899
 
gazzetta.jpg
Una delle prime copertine de “La Gazzetta dello Sport”, 1896
 
signore.jpg
“Il Corriere delle Signore”, 1913, una delle prime riviste femminili
topolino.jpg
“Topolino” inizia ad essere pubblica nel 1932
 
razza.jpg
“La difesa della razza”, periodico fascista, 1938-1943
 
oggi.jpgOggi2.jpg
Due copertine di “Oggi”, una dei primi anni 1946 e una del 2007
famiglia cristina.jpgcrtis.jpg

 Due edizioni di “Famiglia Cristiana” una degli anni ’50 e una del 2007

 
COPERTINE PERIODICIultima modifica: 2009-01-26T15:24:55+00:00da aeneida
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “COPERTINE PERIODICI

  1. Scusate, ma uso una frase del mio ex prof del liceo: “cambia la weltang schaung, cambia tutto!”
    Frase più azzeccata non poteva esserci. Sono cambiati i modi di comunicare, sono cambiate le esigenze dell’utenza, cambia anche l’illustrazione grafica di periodici e quotidiani. Tutto ormai passa attraverso immagini che catturano la nostra attenzione di lettori. Più l’immagine è bella, più ci sentiamo attratti dal prodotto pubblicizzato.
    Però quanto erano carine le immagini.
    A presto.

  2. ciao
    alcuni di questi giornali hanno una loro collocazione nella mia libreria, li ho ereditati da mia nonna (che conservava tutto) e li custodisco gelosamente.
    è strano guardarli ogni tanto perchè ti danno la vera sensazione del tempo e delle abitudini che cambiano poco.
    la cosa che noti subito è il cambiamento superficiale, ovvero, la dimensione del giornale, prima era grande quanto un lenzuolo ora si sono ridimensionati, per quanto riguarda i contenuti invece i cambiamenti sono secondo me veramente pochi, forse un poco meno influenzati dalla chiesa alcuni, un poco meno retorici altri… ma gli argomenti trattati sostanzialmente sono sempre gli stessi… unica differenza reale è che sono tutti molto meno vestiti….. ma è un reale cambiamento questo?
    alla prossima….baci

  3. ciao
    alcuni di questi giornali hanno una loro collocazione nella mia libreria, li ho ereditati da mia nonna (che conservava tutto) e li custodisco gelosamente.
    è strano guardarli ogni tanto perchè ti danno la vera sensazione del tempo e delle abitudini che cambiano poco.
    la cosa che noti subito è il cambiamento superficiale, ovvero, la dimensione del giornale, prima era grande quanto un lenzuolo ora si sono ridimensionati, per quanto riguarda i contenuti invece i cambiamenti sono secondo me veramente pochi, forse un poco meno influenzati dalla chiesa alcuni, un poco meno retorici altri… ma gli argomenti trattati sostanzialmente sono sempre gli stessi… unica differenza reale è che sono tutti molto meno vestiti….. ma è un reale cambiamento questo?
    alla prossima….baci

  4. visivamente, è vero, i giornali sn cambiati…
    ma io commento per dire ciò che ormai un giornale rappresenta per una famiglia…
    a casa mia, ad esempio, la settimana nn si conclude se nn si è comprato “oggi”…ma anche per me il mese non inizia se non compro witch…
    è bello sapere che si ha un compagno di viaggio con cui affrontare un certo periodo…
    un bacio!

Lascia un commento