L’informazione nell’era dei blog

Durante la preparazione di un esame ho letto un saggio di Antonio Sofi dal titolo “Un nuovo giornalismo s’intreccia nella Rete. L’informazione nell’era dei blog.”

Il saggio è molto interessante perchè cerca di capire come il fenomeno dei blog si posiziona all’interno del campo giornalistico allargato, in termini di autonomia (risposta: sì), e eresia (risposta: sì, anche se sempre di meno). Il fenomeno dei blog, soprattutto all’inizio, si è definito come fenomeno autonomo e eretico rispetto alle logiche dell’informazione tradizionale. Grazie ad alcune caratteristiche fondanti: personalizzazione, passione, fiducia, trasparenza e capacità di aprirsi all’esterno tramite i link.

E proprio queste caratteristiche hanno prodotto un allargamento del campo giornalistico, e tre ipotesi di formati giornalistici più o meno ibridi e frequentati: giornalismo diffuso (in situazioni di emergenza), giornalismo residuale, e approfondimento collaborativo.

Questi allargamenti, però, non significano alcuna “fine” del giornalismo tradizionale – a maggior ragione perché non tutti i blog sono o vogliono essere giornalistici. Anzi il giornalismo ha la possibilità concreta di riprendersi quella centralità sociale e interpretativa che sembrava un po’ aver perso negli anni; laddove cresce la complessità informativa, cresce anche il bisogno di sistemi esperti che forniscano mappe orientative dotate di senso.

Il saggio mi sembra fatto molto bene, per la sua attualità e per gli scenari possibili che evidenza, in un settore che è in continua crescita e in continuo evolversi. Ed è perfettamente in linea con le finalità del nostro corso e di nostri blog.

L’informazione nell’era dei blogultima modifica: 2009-06-09T16:32:41+00:00da aeneida
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento