Internet nobel per la pace

«Morte a nes­suno! ». Il grido parte da Tehe­ran, dove da 30 anni si urla «Morte all’America». È uno slo­gan di pace dell’ultima prote­sta non violenta contro il regi­me organizzata via Internet. Il grido viene represso, ma in po­chi minuti riecheggia in tutto il mondo grazie a un video girato con cellulare, che scavalca la censura: postato su YouTube, linkato … Continua a leggere

Pagare per leggere sul web?

“La battaglia tra la grande G e l’editoria continua. Questa volta a sferrare l’offensiva è Rupert Murdoch, che in un’intervista rilasciata a Sky News Australia ha dichiarato che presto i siti web dei giornali del suo impero diventeranno – per così dire – invisibili per gli spider di Google.  Una decisione, quella annunciata oggi, che ben si accorda con le … Continua a leggere

Google ci guarda e ci svela

“Quanto sa Google su ognuno dei propri utenti? Una domanda alla quale da oggi tutti potranno rispondere. Si chiama «Dashboard», letteralmente «pannello portastrumenti», la nuova funzione introdotta da Google e che consente agli utenti di visualizzare tutto ciò che il motore di Mountain View ha salvato su di loro. Si tratta sostanzialmente di una semplice panoramica che riepiloga le informazioni … Continua a leggere

Parole proibite

Una ricerca della McAfee, azienda leader nella produzione di antivirus, ha stilato una classifica delle parole che, una volta inserite nella stringa di un motore di ricerca, hanno maggiori possibilità di condurci ad una pagina web dove ad attenderci c’è un agguato informatico. Dopo averla digitata, c’è la possibilità che la navigazione ci conduca ad un’imboscata per infettare il nostro … Continua a leggere

Twitter sbarca in tv

In Italia Twitter ancora non sfonda. E’ certamente risaputo che le novità fanno il boom più tardi qui che nel resto del mondo, d’altronde siamo in un paese che stenta ad alfabetizzarsi tecnologicamente. In poche parole Twitter è un servizio di microblogging, cioè ci puoi scrivere un post come in questo blog ma può avere massimo 160 caratteri, come un … Continua a leggere

L’informazione nell’era dei blog

Durante la preparazione di un esame ho letto un saggio di Antonio Sofi dal titolo “Un nuovo giornalismo s’intreccia nella Rete. L’informazione nell’era dei blog.” Il saggio è molto interessante perchè cerca di capire come il fenomeno dei blog si posiziona all’interno del campo giornalistico allargato, in termini di autonomia (risposta: sì), e eresia (risposta: sì, anche se sempre di … Continua a leggere

Quando FACEBOOK nel dizionario italiano?

Ho appena finito la lezione di Letteratura Italiana, vengo in biblioteca e mi faccio il solito giro sui quotidiani online. Apro Repubblica.it e non può che saltarmi all’occhio che tra le prime notizie, in ben due si parla di Facebook! E subito mi viene in mente di aggiornare questo blog, perchè ho appena parlato dei No-Facebook e si continua a … Continua a leggere

Rivoluzione Blog

Il blog è oggi uno dei mezzi migliori per far informazione. I casi dei blog che sbattono le notizie sul web prima dei giornali online sono innumerevoli. Uno dei più grandi blog è quello di Arianna Huffington, 59 anni, look glamour e parlata greco-americana, direttrice e fondatrice di www.huffingtonpost.com, la regina trionfante della blogosfera. E’ l’imperatrice dell’informazione online. Il suo … Continua a leggere

Le agenzie di stampa

L’agenzia di stampa gestiscono e preparano la pubblicazione delle notizie: in base a criteri predefiniti, cioè, raccolgono, acquistano, scelgono, integrano, modificano, commentano e traducono informazioni di ogni tipo, che vengono poi trasmesse e riprodotte in forma continuaa un gran numero di acquirenti. La “Stefani” è la prima agenzia di stampa italiana. Nasce a Torino nel 1853, si afferma con l’appoggio … Continua a leggere

Classifica Browen Craggs

Il Browen Craggs è una società di analisi e studio del Financial Times. Annualmente redige la classifica dei migliori siti al mondo, nella classifica del 2009, nelle prime dieci posizioni c’è anche un sito di un’azienda italiana. Vediamo la classifica. 1. Roche (Svizzera) 2. Bp (Inghilterra) 3. Nokia (Finlandia) 4. Siemens (Germania) 5. Schlumberger (Stati Uniti) 6. Unilever (Inghilterra) 7. … Continua a leggere