Il partito dei No-Facebook

Solo venerdi scorso durante la lezione si è parlato della violenza su una tredicenne da parte di una attore che aveva adescato la ragazzina su Facebook. Adesso apprendo dalle pagine del Corriere.it di un partito di No-Facebook: «Qual è il vantaggio di mettersi in mostra su una piazza virtuale con il pretesto di fare incontri interessanti?», chiede Fulvio Scaparro. L’amore … Continua a leggere

Il futuro del quotidiano?

Amazon, il più grande negozio mondiale online, è pronta a salvare i quotidiani. Dopo aver messo in commercio Kindle, potrebbe lanciare un’ancora di salvataggio elettronica al travagliato mondo dell’editoria giornalistica statunitense. Lo scrive il New York Times, annunciando che tra poco la compagnia di Jeff Bezos lancerà una versione di Kindle, il suo lettore di libri elettronici, di dimensioni maggiori rispetto all’attuale. … Continua a leggere

Google bombing

Scrivere un blog è difficile. Scriverne uno di stampo giornalistico lo è ancora di più. La rete è immensa, e tutti, compresa me, vogliamo essere cliccati, letti, visitati. E vogliamo comparire tra i primi risultati del più grande motore di ricerca, Google. Google è diventato il mioglior motore di ricerca, perchè è stato quel sito capace non di indicizzare più … Continua a leggere

INTENTI

Il blog nasce con l’intento di aprire un dibattito sul mondo dell’informazione alle porte del 2010. Tv, carta stampata, web magazine, blog, radio, giornali online, social network, community, troppa informazione non ci porta ad un ingorgo mediatico? Troppe informazioni non somigliano al vuoto mediatico? Siamo realmente capaci di scegliere le notizie? La libertà di scrittura che la rete ci offre … Continua a leggere